Intervista a Blender Network

Interno_rustico

Recentemente è apparsa una mia intervista su Blender Network, il sito web di appoggio a quello ufficiale e creato dalla Blender Foundation per riunire gli Istruttori Certificati Blender. In questa intervista rispondo ad alcune domande relative alla mia esperienza con Blender, ai tutorial e all’architettura 3D in generale. L’intervista è apparsa in lingua inglese, di seguito te la propongo in italiano.

Buona lettura!

—————————————————

Ci puoi parlare brevemente delle tue esperienze?

Mi occupo di architettura da circa 30 anni. Ho iniziato come semplice disegnatore in uno studio di Ingegneria, poi ho imparato il CAD e ho trovato lavoro presso un’ Impresa Edile. Durante questa esperienza ho avuto modo di dedicarmi alla mia vera passione che è il disegno 3D. Ho frequentato il “Darkside training center” di Verona per imparare ad usare Maya e un seminario sempre a Verona interamente dedicato all’architettura 3D con Maya. Ho approfondito ulteriormente questo tema partecipando ad un altro corso ad esso dedicato e organizzato sempre da “Darkside training center”, a Torino. Con queste specializzazioni ho trovato lavoro come 3D architectural visualization presso uno Studio di Architettura. In questo periodo Maya, acquistato da Autodesk, segue un percorso sempre più vicino agli effetti speciali e quindi lontano dalle mie esigenze. Per questo cambio completamente software e decido di provare Blender, di cui avevo già sentito parlare, rimanendo colpito molto positivamente dalle sue potenzialità. Dal 2009 sono libero professionista e pubblico periodicamente video tutorial sul mio canale YouTube e Vimeo. Ho creato http://blenderfacile.it e www.umbertooldani.com per mostrare in modo semplice a coloro che sono alle prime armi e non solo, come usare Blender attraverso le mie esperienze e le mie capacità acquisite nel campo dell’architettura 3D.

Com’è il mercato dell’architettura 3D in Italia?

E’ inutile nascondersi, la crisi economica in atto già da qualche tempo in Europa e ancora di più in Italia, ha inciso pesantemente soprattutto sul mercato dell’edilizia in generale. Si costruisce sempre meno e si vende molto poco, questo implica una riduzione degli investimenti da parte delle società e delle imprese costruttrici. Ne consegue che le richieste di rendering architettonici sono calate drasticamente negli ultimi anni. In questo caso chi come me utilizza Blender, quindi un software open source, è avvantaggiato in quanto non avendo costi di acquisto da ammortizzare può fornire un servizio di qualità ad un costo pienamente accessibile da parte del cliente. La speranza che le cose migliorino rimane sempre, al momento però almeno per ciò che riguarda l’Italia, nulla si sta muovendo.

Blender è in grado di soddisfare tutte le tue esigenze? Lo usi con altri software?

Blender è ottimo per qualsiasi visualizzazione 3D, sia in fase di modellazione sia per il rendering dell’immagine, soprattutto da quando ha introdotto Cycles come motore unbiased. Con la versione 2.5 Blender è diventato molto più intuitivo di prima, anche se si potrebbe ancora migliorare prendendo spunto da quello che ha indicato Andrew Price nella recente Blender Conference di ottobre 2013. Creo le mie immagini usando solamente Blender, software come Gimp o Photoshop li uso per creare variazioni di texture. Anche per quanto riguarda il rendering, al momento sto usando solamente Cycles Render e mi trovo molto bene.

Perché crei video corsi? Ci puoi dare qualche informazione al riguardo? Hai in programma la loro traduzione in altre lingue?

Pubblico tutorial e video corsi principalmente perché mi piace l’idea di poter aiutare a far progredire l’open source, in questo caso Blender, e dimostrare che sul mercato ci sono software molto validi al pari di quelli commerciali. Penso che se il tutorial è fatto bene, in modo semplice ma dettagliato, chiunque può capirne i concetti fondamentali. Attualmente i miei tutorial gratuiti in lingua inglese si possono trovare sui miei canali YouTube e Vimeo. Su www.umbertooldani.com ho creato un blog, sempre in lingua inglese, dove periodicamente inserisco articoli con nuove immagini realizzate dove spiego brevemente le parti più importanti. Per il momento invece non ho in programma di tradurre i video corsi, perciò si possono reperire solamente su http://blenderfacile.it/video-corsi/

Qual’è la tua opinione riguardo al nuovo Tools “Microvellum Fluid Designer” presentato per Blender?

Ho visto il video di presentazione e partendo dal presupposto che si ha sempre bisogno di tools integrati con il proprio software che consentano di creare immagini velocemente, mi sembra che l’idea sia ottima. Per chi come me sviluppa spesso progetti di architettura, sarebbe infatti interessante poter fornire al cliente anche una visualizzazione personalizzata dell’interno dell’edificio che con questo sistema diventerebbe davvero molto veloce. A proposito di questo tool ho creato un apposito articolo a questo indirizzo web http://blenderfacile.it/2014/01/30/microvellum-fluid-designer-per-blender/ dove riassumo i potenziali punti di forza.

2 commenti:

  1. Pingback:Blender Network intervista Umberto Oldani | openoikos

  2. Pingback:Blender Network intervista Umberto Oldani | openoikos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *